UN MISTERIOSO ATEROIDE DEL RAGGIO DI UN PIANETA NANO SI NASCONDE NEL NOSTRO SISTEMA SOLARE ?

Il nostro sistema solare sembra ospitare un enorme e sconosciuto asteroide delle dimensioni di un pianeta nano. 
 
Secondo i ricercatori, un piccolo frammento di meteorite che è arrivato sulla Terra nel 2008 sembra provenire da questo asteroide che sembra avere all'incirca le dimensioni del pianeta nano Cerere.  Il pianeta nano è l'oggetto più grande nella fascia degli asteroidi che pare si sia formato intorno all'acqua e sotto una certa pressione, hanno scoperto.
 
Meteore e meteoriti possono fornire un modo chiave per capire di più sul nostro sistema solare, poiché provengono da asteroidi che sono rimasti dalla formazione del nostro pianeta e dei suoi dintorni.
 

Gli asteroidi conservano la memoria della formazione del nostro sistema solare.

 
Mentre molti sono rimasti nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove, altri sono stati smembrati e inviati pezzi nel sistema solare interno. Uno di quei pezzi è arrivato 12 anni fa ed è stato utilizzato per studiare l'asteroide genitore ancora misterioso e grande che sembra nascondersi nel nostro sistema solare.
Il frammento del meteorite noto come Almahata Sitta, o AhS, era già notevole. È arrivato sulla Terra nel 2008, quando un asteroide di 9 tonnellate è entrato nell'atmosfera terrestre ed è esploso in circa 600 meteoriti da qualche parte sul Sudan.
E' stata la prima volta che gli scienziati erano stati in grado di prevedere un impatto di un asteroide prima che accadesse realmente. Ciò significava che erano in grado di raccogliere migliaia di campioni, che da allora sono stati oggetto di studi scientifici.
 
Lo staff ha analizzato un campione da 50 milligrammi di AhS ; hanno montato e lucidato il minuscolo frammento e utilizzato un microscopio a infrarossi per esaminarne la composizione.
 
"L'analisi spettrale ha identificato una gamma di minerali idratati, in particolare l'anfibolo, che indica temperature e pressioni intermedie e un periodo prolungato di alterazione acquosa su un asteroide genitore di almeno 400 e fino a 1.100 miglia di diametro."
 
Tali anfiboli sono rari nei meteoriti come Almahata Sitta, che sono conosciuti come condrite carboniosa e servono come registrazione delle prime fasi dell'universo. In quanto tale, potrebbe offrire una nuova fonte di informazioni sui materiali che erano presenti nel primo sistema solare.
 
 fonte: Independent Digital News and Media Limited