UN ENORME ASTEROIDE SI AVVICINERA' ALLA TERRA?

Un enorme asteroide e tre più piccoli supereranno la Terra all'inizio di gennaio. E' una notizia che ci arriva direttamente dalla NASA che aveva avvisato che un mostruoso asteroide di 220 avrebbe sorpassato la Terra approssimativamente verso Gennaio 2021. 

Non facciamo in tempo a riprenderci dal Covid 19 che avremo già a che fare con un altro serio problema? Di pochi giorni fa la notizia dell'Asteroide di 7 metri caduto in Cina! L'asteroide del 2020, YB4 2020, che misura solo 36 metri di diametro o circa la metà dell'apertura alare di un 747,è passato dalla Terra poco dopo le 6 del mattino UTC a una distanza di 6,1 milioni di chilometri.
 
Al passo con la tendenza, nei primi giorni di gennaio, tre piccoli oggetti vicini alla Terra (NEO) aggiuntivi arriveranno presto a dargli compagnia. 
 

L'asteroide di 15 metri 2019 YB4 volerà a una distanza di sicurezza di 6,4 milioni di chilometri.

 
Sarà seguito da due frammenti di detriti cosmici grandi appena  15 metri 2020 YA1 e 21 metri 2020 YP4, che passeranno a 1,5 e 2,1 milioni di chilometri rispettivamente, il giorno successivo.
 
Si tratta  di un asteroide molto più grande di quello montuoso 2003 AF23, con una  impressionante diametro di 220 metri o largo circa quanto il Golden Gate Bridge è alto, a 6,9 milioni di chilometri.
Ma che succede se un asteroide di queste dimensioni impatta sulla Terra? Oggi un impatto simile potrebbe facilmente distruggere una grande città, e un asteroide più grande sarebbe ancora più pericoloso. Sono stati compiuti enormi passi avanti nel rilevamento degli asteroidi vicini alla Terra e nella comprensione della minaccia che essi rappresentano. E' importante dare spazio alla prevenzione nell'individuare oggetti il cui impatto potrebbe essere potenziamente dannoso per il nostro pianta. Finora sono stati scoperti oltre 1.800 oggetti potenzialmente pericolosi, ma ce ne sono molti altri.Gli astronomi individuano asteroidi vicini alla Terra ogni giorno e la maggior parte di essi sono innocui. È comunque possibile che un evento simile a quello che accadde in Siberia a  Tunguska ci colpirà di sorpresa, e anche se siamo più bravi a individuare i grandi asteroidi, questo non potrà aiutarci se non siamo preparati a fare qualcosa per evitarli.
 
E poi c'è 2009 JF1, un asteroide con diametro di 13 metri. La NASA ha calcolato  il rischio di impatto con la Terra in base alla sua dimensione e alla sua velocità e ha ipotizzato che potrebbe entrare in collisione il 6 maggio 2022.
 
Ma niente paura, sembra che questo corpo celeste non abbia dimensioni preoccupanti. Ha infatti solo un diametro di 13 metri e passerà a una distanza dalla Terra di circa 12 milioni di chilometri. Per capire meglio il tutto 12 milioni di km sono circa 30 volte in più la lontananza che ci separa dalla Luna. per questo motivo la probabilità di impatto ne risulta insignificante ovvero pari allo 0,026%.
 
"Alcuni asteroidi e comete seguono orbite che li portano ad essere attratti più vicini al Sole e, di conseguenza, anche alla Terra"
 
 

Una mini Luna

Il passaggio è avvenuto all'indomani dell'eclissi di penombra con cui la Terra ha debolmente offuscato l'83% del disco lunare: lo spettacolo, culminato quando in Italia erano le 10:44, è durato 4 ore e 21 minuti, risultando visibile da Asia, Australia e America. E' come se la Terra avesse voluto oscurare la Luna per nasconderle l'imminente 'tradimento' con il suo nuovo 'partner occasionale', l'oggetto 2020SO: scoperto il 17 settembre 2020 dal telescopio Pan-Starrs 1, è stato inizialmente identificato come un asteroide di 4-12 metri di diametro.

Osservazioni successive, fatte anche grazie al telescopio Cassini dell'Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) di Bologna, hanno invece alimentato l'ipotesi del detrito spaziale. Si tratta quasi sicuramente del secondo stadio di un razzo Atlas-Centaur usato nel settembre 1966 dalla Nasa per lanciare la sfortunata sonda lunare Surveyor 2, che poi si schiantò sulla superficie lunare in un punto tuttora sconosciuto.

Dopo il 'saluto' alla Terra del primo dicembre, 2020SO sarà di nuovo protagonista il 2 febbraio 2021 di un altro passaggio ravvicinato, anche se meno stretto: passerà a circa 220 mila chilometri di distanza e poche settimane dopo si libererà dall'abbraccio con la Terra.

2001 F032 Un asteroide atteso a Marzo 2021 

Altra potenziale minaccia in arrivo probabilmente a Marzo è l'asteroide 2001 F032. La sua grandezza di oltre un chilometro lo rende estremamente pericoloso e dovrebbe sfiorare la Terra nel mese di marzo 2021. Le prime osservazioni di questo asteroide risalgono al 23 marzo 2001. Sembra orbitare intorno al sole ogni 810 giorni (poco più di 2 anni), e ha un diametro compreso tra 0,767 e 1,714 chilometri e questo lo rende più grande del 97% di tutti gli asteroidi. Proprio per questo è un  sorvegliato speciale a causa delle sue dimensioni davvero impressionanti e paragonabili a quelle del Golden Gate Bridge di San Francisco. La NASA ha affermato che l’enorme asteroide passerà a 2.016.351 km dal nostro pianeta; se questo è vero non ci sarà alcun rischio di impatto catastrofico. E' giusto precisare però che si tratterà di un evento spaziale unico per gli scienziati: dato che ci sfiorerà il prossimo 21 marzo 2021, sarà possibile ammirarlo in maniera più dettagliata, cosa che non si verificherà almeno per i prossimi 150 anni

fonte NASA