METEORE E METEORITI

 

Meteore e Meteoriti cosa cambia?

Qual è la vera differenza tra una meteora, meteoroide e meteorite? Sono tutti legati ai lampi di luce chiamati "stelle cadenti" a volte visti strisciare nel cielo. Ma chiamiamo lo stesso oggetto con nomi diversi, a seconda di dove si trova.I meteoridi sono oggetti nello spazio di dimensioni variabili da granelli di polvere a piccoli asteroidi. Pensali come "rocce spaziali". Quando le meteoroidi entrano nell'atmosfera terrestre (o quella di un altro pianeta, come Marte) ad alta velocità e si bruciano, le palle di fuoco o le "stelle cadenti" vengono chiamate meteore. Cos'è quel lampo di luce che si diffonde nel cielo? Chiamiamo gli oggetti che creano questo brillante effetto con nomi diversi, a seconda di dove si trova. I meteoridi sono ciò che chiamiamo "rocce spaziali" che variano in dimensioni da granelli di polvere a piccoli asteroidi. Questo termine si applica solo quando questi si trovano nello spazio.

La maggior parte di meteoriti sono pezzi di altri corpi più grandi che sono stati rotti o fatti saltare. Alcuni provengono da comete, altri da asteroidi e alcuni addirittura dalla Luna e da altri pianeti. Alcuni meteoroidi sono rocciosi, mentre altri sono metallici o combinazioni di roccia e metallo.
 
Quando i meteoroidi entrano nell'atmosfera terrestre o in quella di un altro pianeta, come Marte, ad alta velocità e si bruciano, vengono chiamati meteore. A volte ci riferiamo a loro molto più romanticamente come "stelle cadenti". A volte le meteore possono persino apparire più luminose di Venere, allora vengono chiamate palle di fuoco". Gli scienziati stimano che ogni giorno cadano sulla Terra circa 48,5 tonnellate (44.000 chilogrammi) di materiale meteoritico.
 
Quando un meteoroide sopravvive al suo viaggio attraverso l'atmosfera e colpisce il suolo, si chiama meteorite.
 

 
 

Pioggia di meteoriti

Diverse meteore all'ora possono di solito essere viste in una determinata notte. Quando ci sono molte più meteore, stai guardando una pioggia di meteoriti. Alcuni rovesci meteorici si verificano ogni anno o ad intervalli regolari mentre la Terra attraversa la scia di detriti polverosi lasciati da una cometa (e, in alcuni casi, asteroidi).
Le docce meteoriche di solito prendono il nome da una stella o costellazione che si trova vicino a dove le meteore sembrano originarsi nel cielo. Forse le più famose sono le Perseidi, che raggiungono il picco intorno al 12 agosto di ogni anno. Ogni meteorite di Perseidi è un piccolo pezzo della cometa Swift-Tuttle, che orbita intorno al sole ogni 135 anni. Altre importanti piogge meteoriche includono le Leonidi, associate alla cometa Tempel-Tuttle; gli Aquaridi e gli Orionidi, legati alla cometa Halley, e i Tauridi, associati alla cometa Encke. La maggior parte dei detriti di questa cometa ha le dimensioni di un granello di sabbia o un pisello e si brucia nell'atmosfera prima di raggiungere il suolo. A volte, la polvere di meteorite viene catturata da aerei ad alta quota e analizzata nei laboratori della NASA.
Quando un meteoroide sopravvive a un viaggio attraverso l'atmosfera e colpisce il suolo, si chiama meteorite 
I meteoridi sono ciò che chiamiamo "rocce spaziali" che variano in dimensioni da granelli di polvere a piccoli asteroidi. Questo termine si applica solo quando sono nello spazio.
La maggior parte sono pezzi di altri corpi più grandi che sono stati rotti o fatti saltare. Alcuni provengono da comete, altri da asteroidi e alcuni addirittura dalla Luna e da altri pianeti. Alcuni meteoroidi sono rocciosi, mentre altri sono metallici o combinazioni di roccia e metallo.
Quando i meteoroidi entrano nell'atmosfera terrestre o in quella di un altro pianeta, come Marte, ad alta velocità e si bruciano, vengono chiamati meteore. Questo è anche quando ci riferiamo a loro come "stelle cadenti". A volte le meteore possono persino apparire più luminose di Venere - è quando le chiamiamo "palle di fuoco". Gli scienziati stimano che ogni giorno cadano sulla Terra circa 48,5 tonnellate (44.000 chilogrammi) di materiale meteoritico.
Quando un meteoroide sopravvive al suo viaggio attraverso l'atmosfera e colpisce il suolo, si chiama meteorite.
 
cratere di un meteorite abbattutosi sulla Terra in Arizona 
 

Alla ricerca di meteoriti

La maggior parte delle rocce spaziali che cadono sulla terra sono più piccole di un campo da calcio e si dissolvono appena entrano nell'atmosfera terrestre. Viaggiando a decine di migliaia di miglia all'ora, l'oggetto si disintegra quando la pressione supera la forza dell'oggetto, provocando un bagliore luminoso. In genere meno del 5 percento dell'oggetto originale riuscirà mai a scendere a terra. Questi meteoriti, pezzi di meteore che si trovano, in genere variano tra le dimensioni di un ciottolo e un pugno.
Non aspettarti di trovare meteoriti dopo una pioggia di meteoriti. La maggior parte delle piogge di meteoriti provengono da comete, il cui materiale è piuttosto fragile. I piccoli frammenti di comete generalmente non sopravvivranno all'ingresso nella nostra atmosfera. In teoria, i Tauridi e i Geminidi potrebbero inviare meteoriti sulla nostra superficie di tanto in tanto ogni tanto, ma nessun residuo è stato rintracciato in loro definitivamente.
 

Meteoriti e Rocce terrestri 

Può essere difficile distinguere un meteorite da una roccia terrestre solo per aspetto nella maggior parte del mondo, ma ci sono alcuni posti speciali in cui sono molto più facili da identificare: i deserti. Nei deserti sabbiosi con grandi regioni aperte di sabbia e poche rocce, i meteoriti scuri spiccano chiaramente. Allo stesso modo, i meteoriti possono essere molto più facili da individuare in deserti freddi e ghiacciati, come le pianure ghiacciate dell'Antartide.
Perché ci preoccupiamo dei meteoriti?
I meteoriti che cadono sulla Terra rappresentano alcuni dei materiali originali e diversi che hanno formato pianeti miliardi di anni fa. Studiando i meteoriti possiamo conoscere le prime condizioni e i processi nella storia del sistema solare. Questi includono l'età e la composizione dei diversi blocchi planetari, le temperature raggiunte sulle superfici e sugli interni degli asteroidi e il grado in cui i materiali sono stati colpiti dagli impatti in passato.
I meteoriti possono assomigliare alle rocce terrestri, ma di solito hanno un esterno bruciato che può apparire lucido. Questa "crosta di fusione" si forma quando la superficie esterna del meteorite si scioglie mentre attraversa l'atmosfera.
 

Che aspetto anno i meteoriti? 

Esistono tre principali tipi di meteoriti: i "ferri", gli "stonys" e i ferri da stiro. Sebbene la maggior parte dei meteoriti che cadono sulla Terra siano pietrosi, la maggior parte dei meteoriti scoperti molto tempo dopo la loro caduta sono ferri da stiro. I ferri da stiro sono più pesanti e più facili da distinguere dalle rocce terrestri rispetto ai meteoriti pietrosi.
Come facciamo a sapere da dove provengono i meteoriti?
La maggior parte dei meteoriti trovati sulla Terra provengono da asteroidi in frantumi, sebbene alcuni provengano da Marte o dalla Luna. In teoria, anche piccoli pezzi di Mercurio o Venere avrebbero potuto raggiungere la Terra, ma nessuno è stato identificato in modo definitivo.
Gli scienziati possono dire da dove provengono i meteoriti in base a diverse linee di evidenza. Possono utilizzare le osservazioni fotografiche delle cadute di meteoriti per calcolare le orbite e proiettare i loro percorsi di ritorno alla cintura degli asteroidi. Possono anche confrontare le proprietà compositive dei meteoriti con le diverse classi di asteroidi. E possono studiare quanti anni hanno i meteoriti - fino a 4,6 miliardi di anni.
 

Meteoriti sulla superficie di Marte

Le rocce marziane possono essere rintracciate sul Pianeta Rosso perché contengono sacche di gas intrappolato che corrispondono a ciò che i satelliti e i rover hanno trovato su Marte. Allo stesso modo, se la composizione di un meteorite assomiglia alle rocce che gli astronauti hanno riportato dalla Luna durante la missione Apollo, è probabile che sia lunare.
I quasi 80 meteoriti lunari sono simili nella mineralogia e nella composizione alle rocce lunari della missione Apollo, ma abbastanza distinti da dimostrare che provengono da altre parti della Luna. Gli studi sui meteoriti lunari e marziani completano gli studi sulle rocce della Luna Apollo e l'esplorazione robotica di Marte.
Impatti meteorici nella storia
All'inizio della sua formazione, la Terra ha subito molti impatti meteorici di grandi dimensioni che hanno causato una vasta distruzione. Mentre la maggior parte dei crateri lasciati da antichi impatti sulla Terra sono stati cancellati dall'erosione e da altri processi geologici, i crateri della Luna sono ancora in gran parte intatti e visibili. Oggi conosciamo circa 190 crateri da impatto sulla Terra.
Si ritiene che un enorme impatto con asteroidi 65 milioni di anni fa abbia contribuito all'estinzione di circa il 75% degli animali marini e terrestri sulla Terra, inclusi i dinosauri. Ha creato il cratere Chicxulub largo 180 miglia (largo 300 chilometri) sulla penisola dello Yucatan.
Uno dei crateri a impatto più intatto è il Barringer Meteor Crater in Arizona. È largo circa 0,6 miglia (1 chilometro) ed è stato formato dall'impatto di un pezzo di metallo ferro-nichel di circa 50 metri di diametro. Ha solo 50.000 anni e è così ben conservato che è stato utilizzato per studiare i processi di impatto. Dal 1890 i geologi lo studiarono, ma il suo status di cratere da impatto non fu confermato fino al 1960.
L'unica entrata di una grande meteoroide nell'atmosfera terrestre nella storia moderna con resoconti di prima mano fu l'evento Tunguska del 1908. Questa meteora colpì una parte remota della Siberia in Russia, ma non riuscì a raggiungere il suolo. Invece, esplose in aria a pochi chilometri di distanza. La forza dell'esplosione fu abbastanza potente da abbattere alberi in una regione larga centinaia di miglia. Gli scienziati pensano che la stessa meteora fosse larga circa 120 piedi (37 metri) e pesasse 220 milioni di libbre (100 milioni di chilogrammi). A livello locale, centinaia di renne sono state uccise, ma non c'erano prove dirette che qualcuno fosse morto nell'esplosione.
Più di recente, nel 2013 il mondo è stato sorpreso da una brillante palla di fuoco che si è diffusa nel cielo sopra Chelyabinsk, in Russia. Il meteoroide delle dimensioni di una casa è entrato nell'atmosfera a oltre 11 miglia (18 chilometri) al secondo e si è schiantato a 14 miglia (23 chilometri) dal suolo. L'esplosione ha rilasciato l'equivalente energetico di circa 440.000 tonnellate di TNT e ha generato un'onda d'urto che ha fatto esplodere le finestre per oltre 200 chilometri quadrati (518 chilometri quadrati) e danneggiato gli edifici. Più di 1.600 persone sono rimaste ferite nell'esplosione, principalmente a causa di vetri rotti.

Puoi avere il libro di Cosmo Academy e tante soprese mentre ti diverti con tutta la famiglia ai parchi divertimenti del Lazio