LA MISSIONE ARTEMIS

la missione artemis
 

La Missione Artemis   

Siamo tutti impazienti di conoscere i nuovi dettagli pubblicata dalla NASA sulla missione Artemis. Si tratta di una importantissima missione che ha come importante obiettivo quello di riportare l'uomo sulla Luna e molto probabilmente ci sarà anche la presenza di astronauti italiani. Artemis non porta solo l'uomo nuovamente sulla Luna dopo la faticosa conquista avvenuta nel 1969 ad opera degli Stati Uniti d'America ma vuole anche impiantare la prima base di ricerca sul nostro satellite naturale con degli esseri umani che vivranno sul suolo lunare molto probabilmente nella zona del polo sud. Avere una presenza lunare a lungo termine consentirebbe viaggi più efficienti verso altre destinazioni del sistema solare, ma anche per ulteriori scoperte sulla Luna stessa della quale sappiamo ancora molto poco. Dopo di che, il passo successivo sarà inviare astronauti per esplorare il pianeta Marte. Tutto questo è il programma e l'appassionante obiettivo della missione Artemis che si vilupperà dal 2020 al 2024. 
 

Obiettivo: esplorazione lunare 

La base lunare sarà dotata di equipaggiamenti speciali consegnati direttamente in orbita come ad esempio un veicolo per trasportare gli astronauti per missioni esplorative di lunga durata sulla superficie lunare. Sarà un alloggio mobile che consentirà agli astronauti di esplorare soggiornando nel modulo completamente autosufficiente e viaggiare attraverso la luna con missioni medio luinghe della durata fino a 45 giorni. Infina sarà iostallata una struttura abitativa lunare permanente con quattro posti dove gli astronauti potrebbero vivere per brevi periodi durante le loro missioni.
Questo progetto in collaborazione - NASA - ESA proietta l'umanità verso la prossima grande sfida dell’esplorazione dello spazio: lo sviluppo di una presenza sostenuta sulla Luna.
Nel prossimo futuro dei viaggi spaziali la missione  Artemis fungerà da stella polare mentre  si lavorerà per conoscere la Luna in maniera più approfondita e come " test" per pianificare  la prima missione umana su Marte.
 
 

Pianificazione della Missione Artemis

Nel primo rapporto NASA  viene descritta la strategia adottata per questa importante fase di esplorazione lunare a lungo termine dividendola in tre principali obiettivi:
- raggiungimento dell’orbita bassa sulla Terra;
- raggiungimento dell’orbita bassa sulla Luna;
- raggiungimento dell’orbita bassa sul Marte.   
Nel primo importante obiettivo si promuoverà inoltre la commercializzazione dell’orbita terrestre bassa, cercando di incoraggiare le aziende private a utilizzare lo spazio come luogo di ricerca. Il passo successivo sarà l’esplorazione della Luna con mezzi robotici, come il simpaticissimo rover VIPER, sistema in progettazione che cercherà di trovare l'acqua sulla Luna.
Il passo successivo sarà quello di ambientarsi su un suolo non terrestre. Per questo motivo verrano istallati sulla Luna moduli abitabili e autonomi che saranno studiati per realizzare la futura piattaforma di lancio della missione umana verso Marte. Sarà necessario testare tutte le moderne tecnologie necessarie per la missione. Nel frattempo il pianeta Marte  sarà continuamente monitorizzato con l’esplorazione robotica. La missione con i primi astronauti umani partirà probabilmente nel 2030. 
 
Artemis e lo sviluppo del campo base di Artemis non è un passo importante solo per l'esplorazione spaziale ma anche per il potenziale di collaborazione che tutta l’umanità nel suo insieme puàò mettere i campo. Mentre nel 1969 la Luna fu raggiunta e poco esplorata più per una vera e propria mania  e dimostrazione "di grandezza" che determino la corsa e messa in campo dalle due più importanti potenze dell'epoca, l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti, oggi il desiderio è proprio quello legato alla conoscenza scientifica e la voglia di lasciare a chi ci seguirà l’eredità di grandezza, speranza, opportunità illimitate e crescita alle generazioni future. Un importante messaggio che coinvolge tutte le nazioni del mondo e questa è una missione che non possiamo permetterci di rimandare.
Ragazzi ci sono ancora molte domande a cui rispondere sulla Luna. E i giorni più eccitanti di attività lunare stanno per arrivare e voi ne sarete testimoni. La più bella avventura dell'umanità sta pèr avere inizio!
 

Esplorazione della Luna con il robot Viper 

Molto probabilmente sarà un robot il protagonista delle esplorazioni nel polo sud del nostro satellite per studiarne i ghiacci in vista di un nuovo sbarco dell'essere umano sulla Luna previsto per il 2023.
Un test di collaudo da effettuare prima della vera e propria missione sul suolo lunare.
Il Viper (Volatiles Investigating Polar Exploration Rover) è un rover della NASA in fase di sviluppo che farà parte, nel 2023, di una missione diretta sulla Luna che sancirà il ritorno dell’essere umano sul nostro satellite naturale.
Si sta allenado a sondare la sua mobilità e stabilità sui terreni dissestati e nei dislivelli delle dell’Erie, uno dei Grandi laghi del Nord America, che simula il suolo lunare e dove, grazie al lavoro del team di Slope Lab (Simulated Lunar Operations Laboratory), si stanno mettendo a punto i suoi sistemi per il rilevamento del movimento che permettono agli ingegneri di tenere d’occhio in tempo reale le sue performance.
Una volta pronto,. Viper raggiunmgerà il polo Sud della Luna, dove raccoglierà il ghiaccio per l'analisi, aiutandoci capire come poterlo sfruttare nellle missioni di lunga durata degli astronauti. 
(fonte: Nasa Glenn’s Simulated Lunar Operations Lab)
 
 

Puoi avere il libro di Cosmo Academy e tante soprese mentre ti diverti con tutta la famiglia ai parchi divertimenti del Lazio