GIOCARE NELLO SPAZIO

Giocare nello Spazio      

Questa è una domanda che vi sarete fatta tutti: si può giocare nello spazio? Naturalmente si. La necessità di svago e rilassamento attivo è reale nello spazio come lo è sulla Terra, e la creatività necessaria per adattare i giochi alle esigenze speciali di questo ambiente è forse parte del divertimento.
Pensate alle prossime missioni future su Marte in cui gli astronauti saranno in missione per moltissimo tempo. Come faranno senza poter rilassarsi e giocare? Un viaggio su Marte dura ben 7 mesi e in tutto questo tempo i  cosmonauti dovranno pure divertirsi. Fortunatamente, con un po 'di creatività, il gioco è possibile in quanto è fondamentale nello spazio. Il bisogno di svago e rilassamento attivo è reale nello spazio come lo è sulla Terra. La creatività richiesta per adattare i giochi alle esigenze speciali di questo ambiente è forse parte del divertimento. I candidati alla missione su Marte saranno scelti anche in base all'adattabilità personale. Potrann oper esempio giocare alle piramidi di Looney, un set di piramidi di stirene leggere e impilabili, e un mazzo di carte che consente di giocare con oltre 500 giochi. Immaginate di giocare a un gioco in cui i pezzi non sono stati disposti in 2-D ma in 3-D." Una  complessità e novità saranno estremamente necessarie nella missione poiché i candidati che effettuano la selezione finale ricevono un biglietto di sola andata per Marte, lasciando il loro pianeta natale per sempre. "Non c'è niente di meglio che stare in giro con i tuoi amici e giocare. Un buon gioco è visivamente accattivante.
 

Giocare in viaggio verso Marte

Andrew Looney è l'inventore delle Looney Pyramids ed è anche un ex impiegato della NASA, sicuro che i suoi giochi funzionerebbero su Marte, la cui attrazione gravitazionale è solo il 38% di quella terrestre. Looney confronta il design del gioco con la codifica per il telescopio spaziale Hubble. La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è un luogo affollato in cui ogni giorno è diviso in incrementi di cinque minuti dalle 6:00 alle 20:00. Si eseguono attività come l'esecuzione di esperimenti e la manutenzione. Gli astronauti hanno anche circa due ore al giorno per le attività fisiche e hanno accesso a un tapis roulant, una macchina per esercizi di resistenza e una cyclette. E poi si gioca! Ad esempio Christa McAuliffe e Barbara Morgan due astronaute giocavano cavalluccio durante gli esercizi da camera a gravità zero. Tutti i giochi bilanciano gli obiettivi prescritti con un elemento di probabilità, un'incertezza sul raggiungimento degli obiettivi. In questo, sono molto similari ai viaggi nello spazio, e più lunga è la missione, maggiore è l'incertezza.

Il gioco sulla ISS 

La maggior parte delle attuali missioni previste presso la Stazione Spaziale Internazionale durano da sei mesi a un anno, quindi non si dispongono ancora di dati sufficienti sulla salute degli astronauti in missioni più lunghe. Ma oltre agli effetti fisiologici del viaggio nello spazio a lungo termine, ci sono quelli psicologici, incluso lo stress causato dall'isolamento, sapendo che ogni azione effettuata dagli astronauti viene registrata e sono separati da amici e familiari. Quando le missioni spaziali erano più brevi, gli astronauti venivano selezionati esclusivamente per le loro abilità tecniche, ma nel corso di molte missioni, si è verificato che la stazione spaziale è un ambiente chiuso con molte culture diverse. Selezionare una squadra di astronauti non è solo  scegliere persone che sono immediatamente compatibili, ma si tratta di scegliere giocatori che fanno parte di una squadra che possono imparare a lavorare e crescere insieme in un ambiente difficile.
L'astronauta NASA e l'appassionato di scacchi Gregory Chamitoff ha portato con sé una scacchiera ultraleggera sulla navetta spaziale, introducendo simultanee partite di scacchi Terra-spazio contro i centri di controllo di Houston, Tolosa, Mosca, Tsukuba e Oberpfaffenhofen. I pezzi magnetici potrebbero interferire con i delicati sistemi di bordo, quindi i pezzi cavi di plastica hanno basi in velcro. Il 28 dicembre 1973 tre astronauti americani allo Skylab della NASA, Jerry Carr, Ed Gibson e William Pogue, si sentirono così affaticati dai loro giorni di lavoro di 16 ore che organizzarono uno sciopero di un giorno. La loro protesta, in cui interrompevano la comunicazione con il controllo a terra e trascorrevano la giornata in pieno relax, costituì un precedente per le future missioni per riconoscere l'importanza dei tempi di inattività.

Gocare contribuisce al benessere

Alcuni giochi come gli scacchi o Scrabble sono importanti per mantenere la mente rilassata e indurre benessere durante una missione spaziale. Hanno la capacità di far staccare la mente dalla serietà e dalla monotonia di essere "intrappolati" in un ambiente di lavoro potenzialmente pericoloso. Consentono ai membri dell'equipaggio di interagire tra loro socialmente, liberi di fare un errore che potrebbe danneggiare la stazione spaziale o rovinare un complesso esperimento scientifico." Gli scacchi facevano parte della vita sulla ISS sia nel 2008 che nel 2011. Nell'ambiente a gravità zero della ISS, i pezzi devono essere fissati o rischiano di galleggiare nell'aria.
Nel video, gli astronauti della NASA Drew Feustel, Ricky Arnold e Serena Auñón-Cancelliere e l'astronauta dell'Agenzia spaziale europea Alexander Gerst intraprendono una partita di tennis nello spazio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.
Gli psicologi della NASA riconoscono che il gioco è fondamentale per la salute mentale degli astronauti e li incoraggiano a giocare nel tempo libero. Poiché qualsiasi oggetto libero sulla stazione può spostarsi e causare un pericolo, ogni singola lettera in questo set di Scrabble deve essere ancorata sul tabellone. Quando i pezzi si perdono, generalmente si sollevano nel filtro del flusso d'aria. L'astronauta Hadfield ha anche ideato speciali freccette spaziali, adattando il popolare gioco da bar a un ambiente di microgravità in cui non è stato possibile lanciare oggetti appuntiti.
Il suo dardo aveva una batteria della fotocamera pesante per un naso, due fascette per un albero e una carta da lettere per impennare. Per quanto sgraziate possano sembrare, le freccette spaziali si spostano con grazia da un'estremità all'altra della cabina quando vengono lanciate. I giochi che gli astronauti scelgono di giocare sembrano personali, ma gli scienziati ci spiegano che esistono due tipi di giocatori : quelli guidati dalla strategia che giocano per vincere e quelli che non giocano per vincere ma solo per l'esperienza di gioco.
Del resto per un'astronauta il più grande obiettivo e risultato finale sia stato raggiunto quando raggiungono l'orbita e cominciano a sperimentare la vita a gravità zero, realizzando i sogni delle loro vite. Dopo di questo, durante una missione spaziale è molto probabile che si giochi per il puro divertimento. 
 
 

VUOI SAPERNE DI PIU? VIENI A PROVARE L'ESPERIENZA COSMO ACADEMY CON HARF A VALMONTONE E VISITA I PARCHI DIVERTIMENTO 

Puoi avere il libro di Cosmo Academy e tante soprese mentre ti diverti con tutta la famiglia ai parchi divertimenti del Lazio