ESPLORIAMO L'UNIVERSO

Esploriamo l'Universo  

Conosciamo la nostra galassia della Via Lattea: ma quanto è grande lo spazio? Quando parliamo dell'enormità del cosmo, è facile dire grandi numeri, ma molto più difficile  impostare sulla nostra mente su quanto siano effettivamente grandi le distanze misurate in anni luce, quanto lontano e quanti numerosi corpi celesti esistano davvero. E' il fascino dell'universo sconosciuto. Per avere un'idea migliore, ad esempio, delle vere distanze dagli esopianeti, ovvero pianeti orbitanti attorno ad altre stelle, potremmo iniziare con ciò che conosciamo meglio ovvero dove abitiamo: la galassia della Via Lattea.

Che cos'è una galassia, comunque?

La nostra galassia è una raccolta di stelle legata con la forza di gravità, che gira in una spirale attraverso lo spazio. Se ci basiamo sulle immagini più profonde ottenute finora, è una delle circa 2 trilioni di galassie nell'universo osservabile. Le galassie a loro volta sono legate in gruppi di galassie e queste in superammassi stallari. I  superammassi sono disposti in immensi fogli che si estendono attraverso l'universo, intervallati da vuoti oscuri e conferendo al tutto una sorta di struttura a ragnatela. La nostra galassia probabilmente contiene da 100 a 400 miliardi di stelle ed è larga circa 100.000 anni luce. Sembra enorme, e lo è, almeno fino a quando non iniziamo a confrontarla con altre galassie. La nostra vicina galassia di Andromeda, ad esempio, ha una larghezza di circa 220.000 anni luce. Un'altra galassia, IC 1101, copre ben 4 milioni di anni luce.

Ok, bene, ma che cos'è un anno luce?

Anche se lo abbiamo già visto in precedenza siamo sicuri che ve lo chiederete di nuovo. Ebbene l'anno luce è uno dei parametri celesti più comunemente usati, ovvero la distanza che percorre la luce in un anno terrestre. La luce percorre lo spazio interstellare a 300.000 chilometri al secondo (potreste effettuare oltre 66 viaggi in tutti gli Stati Uniti, in un secondo). Moltiplicatelo per tutti i secondi in un anno e ottieniamo 9,5 trilioni di chilometri. Solo per capire meglio, la Terra è a circa otto virgola 3  minuti luce dal Sole. Un viaggio alla velocità della luce fino al limite del nostro sistema solare - i tratti più remoti della Nuvola di Oort, una raccolta di comete dormienti, molto lontani - richiederebbe circa 1,87 anni. Se decidessimo di visitare Proxima Centauri, la nostra stella vicina più vicina, e prevedete di arrivare in 4,25 anni alla velocità della luce.
Sognamo? Esatto, perchè se potessimo viaggiare alla velocità della luce arriveremmo a visitare molte galassie in alcuni anni. Ma non possiamo , ameno che non diventiamo tutti fotoni, ovvero particelle di luce che per la fisica che conosciamo non è possibile. ;) 

Torniamo ai nostri bellissimi Esopianeti

Esopianeti. Diamo un'occhiata ad altri numeri più grandi. Innanzitutto, quanti ce ne sono? Sulla base delle osservazioni fatte dal telescopio spaziale Kepler della NASA, possiamo prevedere con sicurezza che ogni stella che vedi nel cielo probabilmente ospita almeno un pianeta. Realisticamente, stiamo probabilmente parlando di sistemi multi-pianeta piuttosto che di singoli pianeti. Nella nostra galassia di centinaia di miliardi di stelle, questo spinge il numero di pianeti potenzialmente verso i trilioni. I rilevamenti di esopianeti confermati (effettuati da Keplero e da altri telescopi, sia nello spazio che a terra) arrivano ora a oltre 3.900. Considera che sappiamo questo solo osservando minuscoli settori della nostra galassia. Molti di questi sono piccoli mondi rocciosi che potrebbero essere alla giusta temperatura per consentire all'acqua liquida di radunarsi sulle loro superfici.
Dov'è il più vicino di questi esopianeti?
È un piccolo pianeta probabilmente roccioso in orbita attorno a Proxima Centauri la stella che si trova più vicina a poco più di quattro anni luce di distanza, o 24 trilioni di miglia in linea d'aria. Se una compagnia aerea offrisse un volo lì in aereo, ci vorrebbero 5 milioni di anni per arrivare. Noioso vero?  Non si sa molto di questo mondo; la sua orbita stretta e il periodico bagliore della sua stella riducono a molto le possibilità che sia abitato.

Conosci altri Esopianeti?

Te ne suggeriamo noi uno, si tratta del ​​sistema TRAPPIST-1. Si compone di ben sette pianeti, tutti approssimativamente nella gamma delle dimensioni della Terra, in orbita attorno a una stella nana rossa a circa 40 anni luce di distanza. Sono molto probabilmente rocciosi, con quattro pianeti situati nella "zona abitabile" -. La zona abitabile è una certa  distanza orbitale  che un pianeta ha dalla propria stella che fa sì che ci sia acqua liquida in superficie. Sono state fatte delle simulazioni e in alcuni mondi ci sono delle buone probabilità di presenza di acqua liquida o allo stato di giaccio.  Nei prossimi anni, potremmo scoprire se hanno atmosfere o oceani o persino segni di abitabilità.
Per finire una piccola curiosità sul tempo. Spesso diciamo di avere poco tempo ( ad esempio quando dobbiamo fare i compiti), ma sapevate che il tempo rallenta in presenza di gravità?  Magari lo approfondiremo un'altra volta, chissà, parlando dei buchi neri. 

Puoi avere il libro di Cosmo Academy e tante soprese mentre ti diverti con tutta la famiglia ai parchi divertimenti del Lazio