BATTERI NELLA ISS

Cosmo Academy a scuola con Harf. Gli scienziati hanno scoperto microbi misteriosi all'interno della Stazione Spaziale Internazionale. Una nuova specie era sul tavolo da pranzo.

 
Tranquilli non siamo sul set di un film fantascientifico - horror tipo Alien ma semplicemente sulla ISS una stazione spaziale piena di ricercatori e astronauti molto seri che fluttuano tra i lunghi corridoi pieni di lucette e di esperimenti. E sono propio loro ad aver scoperto dei batteri sconosciuti. Tre di questi ceppi erano, fino ad ora, completamente sconosciuti alla scienza. La maggior parte dei microbi sono stati identificati nel 2015 e nel 2016: uno è stato trovato su un pannello sopraelevato della stazione di ricerca ISS; un altro nella Cupola, area di osservazione e lavoro per l'equipaggio della ISS; e il terzo apparve sulla superficie del tavolo da pranzo della stazione.Il quarto è stato trovato in un vecchio filtro dell'aria HEPA tornato sulla Terra nel 2011.  Il primo microbo trovato sulla ISS risale al 2015 ed era su un pannello sopraelevato. Il secondo nel 2016, nella cupola di osservazione. Il terzo banchettava tranquillamente sul tavolo da pranzo e il quarto era su un vecchio filtro dell'aria. Su quattro di questi ceppi batterici, tre erano totalmente sconosciuti fino ad oggi. Ma come è possibile che ci siano batteri sconosciuti in un luogo del genere? Il numero di specie batteriche e fungine che vivono in mezzo a noi è in continua crescita - e questo non fa eccezione in ambienti a bassa gravità come la Stazione Spaziale Internazionale. Un nuovo studio ha mostrato che i ricercatori degli Stati Uniti e dell'India che lavorano con la NASA hanno scoperto quattro ceppi di batteri che vivono in luoghi diversi sulla ISS. Tre di questi ceppi erano, fino ad ora, completamente sconosciuti alla scienza. 

Tutti e quattro i ceppi appartengono a una famiglia di batteri presenti nel suolo e nell'acqua dolce. Questi batteri sono coinvolti nella fissazione dell'azoto e nella crescita delle piante e possono aiutare a combattere i patogeni delle piante. Fondamentalmente, microbi eccellenti da avere intorno se stai coltivando cose.
Potresti chiederti cosa stessero facendo questi batteri del suolo lungo la ISS, ma gli astronauti che vivono nella stazione spaziale hanno coltivato piccole quantità di cibo per anni, quindi non sorprende che gli scienziati abbiano trovato microbi legati alle piante a bordo.

Chi sono questi batteri?

Gli autori dello studio hanno sequenziato geneticamente i microbi e hanno scoperto che tre di loro appartenevano alla stessa specie di batteri precedentemente non identificata. I tre ceppi sono stati denominati IF7SW-B2T, IIF1SW-B5 e IIF4SW-B5. Questi batteri sono coinvolti nella fissazione dell'azoto e nella crescita della piante e aiutano a combattere i patogeni. Quindi è importante che ci siano quando coltivi qualcosa nello spazio, come spesso accade sulla ISS che tiene molti esperimenti di materia biologica. E' curioso notare che questi batteri riescono a sopravvivere in condizioni di microgravità e questo ha spinto i ricercatoti a studiarli per capirne a pieno le caratteristiche per contribuire all'identificazione di determinanti genetici che potrebbero essere potenziali responsabili della crescita delle piante in condizioni di microgravità. Si tratta di importanti esperimenti per lo sviluppo di colture vegetali autosostenibili per missioni spaziali a lungo termine in futuro.
I ricercatori hanno affermato di aver appena scalfito la superficie della diversità microbica sulla stazione spaziale. Circa 1.000 campioni sono già stati raccolti sulla ISS, ma stanno ancora aspettando di tornare sulla Terra..
Hanno identificato il quarto ceppo - il ritrovamento del filtro HEPA - come una specie microbica nota chiamata Methylorubrumrhodesianum.
Il team di ricerca - guidato da Swati Bijlani, un genetista presso l'Università della California meridionale - ha proposto di chiamare la nuova specie di batteri Methylobacterium ajmalii in onore di Ajmal Khan, un rinomato scienziato indiano della biodiversità. Questa nuova specie è strettamente correlata a una specie esistente chiamata Methylobacterium indicum.
Identificazione dei geni che aiutano i microbi a sopravvivere in condizioni di microgravità
Considerando che questi microbi possono sopravvivere a bordo della ISS, il team di Bijlani ha deciso di identificare quali geni in ciascuno dei quattro ceppi batterici potrebbero essere utilizzati 
Il team ha scoperto che uno dei ceppi - IF7SW-B2T - aveva geni coinvolti nella crescita delle piante. Uno dei geni di IF7SW-B2T aiuta a codificare un enzima essenziale per la produzione di citochinina, un ormone vegetale che promuove la divisione cellulare nelle radici e nei germogli. 

Crediti by NASA -ESA  

Come lavarsi i capelli nella ISS 

PRENOTA O RICHIEDI INFO SULLA  LA TUA ESPERIENZA COSMO ACADEMY PRESSO MAGICLAND VALMONTONE FAMILY WELCOME  

Rainbow emotions: colora di emozioni la tua visita ai parchi divertimenti del Lazio