ALLA SCOPERTA DI UN BUCO NERO

Seguiamo  Hubble alla scoperta di un buco nero nello spazio profondo                 

Il telescopio spaziale Hubble trova evidenze di un buco nero di medie dimensioni.  Gli astronomi hanno identificato un buco nero di una classe inafferrabile conosciuta come "massa intermedia", che ha tradito la sua esistenza lacerando una stella ribelle che è passata troppo vicino alla sua sfera di infuenza. Questa emozionante scoperta apre la porta alla possibilità che molti altri buchi neri si nascondano nel buio, in attesa di essere svegliati da una stella che passa troppo vicino. Seguiamo le spettacolari immagini in questo video.
 

Alla scoperta di un buco nero di medie dimensioni 

Gli astronomi  hanno finalmente trovato l'evidenza di un buco nero di una classe elusiva intermedia denominata " di media grandezza"
Questo buco nero di medie dimensioni ha tradito la sua esistenza lacerando una stella ribelle che è passata troppo vicino alla sua sfera di influenza. Con una massa circa 50.000 volte più grande del nostro sole, questo buco nero è più piccolo dei buchi neri supermassicci che vivono al centro di larghe galassie. Ma è sicuramente è più grande dei buchi neri di massa stellare formatisi dal collasso di una stella di grande massa.  
Nell'anno 2006 un satellite ha rilevato un potente bagliore di raggi-X ma le ricerche effettuate non hanno garantito che la fonte dei raggi- X fosse all'interno o all'esterno della nostra galassia. 
Ed è proprio misurando i raggi-X che possiamo rilevare la presenza di un potenziale buco nero così Hubble ha puntato alla fonte dei raggi-X per scoprire la sua precisa collocazione.
Hubble ha trovato che l'emissione dei raggi-X derivava da un distante e denso ammasso stellare alla periferia di un'altra galassia. Nel posto esatto gli astronomi speravano di trovare un buco nero di media grandezza e questo perchè i buchi neri di medie dimensioni sono un "anello mancante" a lungo ricercato nell'evoluzione dei buchi neri.
Questi sono molto difficili da trovare perchè sono più piccoli e meno attivi dei buchi neri supermassicci. Di fatto gli astronomi debbono cercare di catturarne uno mentre cerca di divorare una stella e questa volta ci sono proprio riusciti. 
 
credit to NASA's Goddard Space Flight Center
 
 

Puoi avere il libro di Cosmo Academy e tante soprese mentre ti diverti con tutta la famiglia ai parchi divertimenti del Lazio